Acquastratta

Il progetto Acquastratta è stato ideato nel 2003, anno internazionale dell’acqua.

La mia ricerca sul colore, già in epoca analogica, si basa sull’astrazione dell’immagine da una realtà visivamente concreta.

Recuperando dalla natura quell’esistente secondo l’impressionismo di Claude Monet e stimolato dall’assioma di Franco Fontana “la fotografia non deve riprodurre il visibile, ma rendere visibile l’invisibile” ho dato colore ad un liquido per definizione incolore ed amorfo, fotografandone i riflessi: l’acqua è diventata la mia “tavolozza”, i suoi colori il mio “visibile”.

 

 

Ho cercato di riscoprire la “purezza” della tecnica fotografica senza ricorrere a interventi in  postproduzione, esaltando ciò che la natura offre di per sé; in tal modo i colori dell’acqua, intensi numerosi e fluttuanti secondo la luce, sono diventati opere astratte di valenza pittorica, esempi estremi di come la luce crei immagini inimmaginabili e dia sensazioni visibili: dalla purezza del bianco suminagashi, l’arte giapponese degli inchiostri fluttuanti, ai neri notturni di un’acqua dolce, ai colori più intensi dell’inquinamento del mare, di cui la serie OIL si propone come viaggio all’interno della forma/colore per scoprire nuovi percorsi di bellezza e comunicazione.

Negli anni il progetto si è arricchito di nuove immagini ed è diventato marchio d’impresa. I file sono stati riprodotti su tessuti pregiati in tiratura limitata, ne è nata una collezione artistica di scialli e sciarpe, accessori di prestigio, ispirati all’acqua. La natura che veste: dal file al foulard è stata presentata per la prima volta nel 2012 a Palazzo Isimbardi durante il FUORISALONE su invito dell’Assessorato alla Moda della Provincia di Milano.

Nel 2016 il file si evolve ancora e viene riprodotto anche su vetro soffiato, tipo Murano, secondo la tecnica dell’antica lavorazione al lume e montato in argento, grazie alla collaborazione di artigiani ed orafi abruzzesi. ASTRAZIONE COME ACQUA FUOCO METALLO.

Fotografie

Le fotografie possono essere stampate su plexiglass, piuma/forex, cartone bordato, in vari formati fino al metro quadro, per un massimo di tre copie cadauno. La quotazione delle opere varia da 700 a 3.000 euro secondo l’expertise di Paolo Levi.

La serie cartonata ACQUASTRATTA comprende sei immagini; è stata esposta all’Arte Fiera di Genova nel 2020. € 1.000 spedizione 50 €.

 

IL CUORE DEL LAGO

DESCRIZIONE DEL GIOIELLO

Scanno ha un cuore, il suo lago, che nell’inverno del 2017 si è ghiacciato e che rappresenta la parte centrale smerigliata del medaglione, circondato da un territorio incontaminato, quale è la trasparenza del vetro di Murano lavorato al lume, su cui piccole onde argentee e dorate di filigrana abruzzese si frangono verso sinistra, testimonianza di un tempo passato memore della sua famosa antenata Presentosa. Il gioiello può essere sormontato da una contromaglia triangolare mobile in filigrana.